Talált 14 Eredmények: eredi

  • L'uomo dabbene lascia eredi i nipoti, la proprietà del peccatore è riservata al giusto. (Proverbi 13, 22)

  • uno è solo, senza eredi, non ha un figlio, non un fratello. Eppure non smette mai di faticare, né il suo occhio è sazio di ricchezza: «Per chi mi affatico e mi privo dei beni?». Anche questo è vanità e un cattivo affannarsi. (Qoelet (Ecclesiaste) 4, 8)

  • Forse non lascerai a un altro le tue sostanze e le tue fatiche per esser divise fra gli eredi? (Siracide 14, 15)

  • Così della donna che abbandona suo marito, e gli presenta eredi avuti da un estraneo. (Siracide 23, 22)

  • Perciò, com'è vero ch'io vivo, - parola del Signore degli eserciti Dio d'Israele - Moab diventerà come Sòdoma e gli Ammoniti come Gomorra: un luogo invaso dai pruni, una cava di sale, un deserto per sempre. I rimasti del mio popolo li saccheggeranno e i superstiti della mia gente ne saranno gli eredi». (Sofonia 2, 9)

  • poiché se diventassero eredi coloro che provengono dalla legge, sarebbe resa vana la fede e nulla la promessa. (Romani 4, 14)

  • Eredi quindi si diventa per la fede, perché ciò sia per grazia e così la promessa sia sicura per tutta la discendenza, non soltanto per quella che deriva dalla legge, ma anche per quella che deriva dalla fede di Abramo, il quale è padre di tutti noi. (Romani 4, 16)

  • E se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo, se veramente partecipiamo alle sue sofferenze per partecipare anche alla sua gloria. (Romani 8, 17)

  • E se appartenete a Cristo, allora siete discendenza di Abramo, eredi secondo la promessa. (Gàlati 3, 29)

  • In lui siamo stati fatti anche eredi, essendo stati predestinati secondo il piano di colui che tutto opera efficacemente conforme alla sua volontà, (Efesini 1, 11)

  • perché giustificati dalla sua grazia diventassimo eredi, secondo la speranza, della vita eterna. (Tito 3, 7)

  • e perché non diventiate pigri, ma piuttosto imitatori di coloro che con la fede e la perseveranza divengono eredi delle promesse. (Ebrei 6, 12)


“No tumulto das paixões terrenas e das adversidades, surge a grande esperança da misericórdia inexorável de Deus. Corramos confiantes ao tribunal da penitência onde Ele, com ansiedade paterna, espera-nos a todo instante.” São Padre Pio de Pietrelcina