1. Allora Giobbe prese la parola e disse:

2. "Quanto aiuto hai prestato al debole, e come hai soccorso il braccio senza vigore!

3. Come hai consigliato l'ignorante, e quanta sagacità hai dimostrato!

4. A chi hai rivolto le tue parole e da chi viene l'ispirazione che emana da te?

5. I morti tremano sotto terra, come pure le acque e i loro abitanti.

6. Gli inferi sono scoperti davanti a lui, e il regno della morte non ha velo.

7. Egli distende il settentrione sul vuoto e tiene sospesa la terra sul nulla.

8. Rinchiude le acque nelle nubi, senza che queste si squarcino sotto il peso.

9. Copre la vista del suo trono, stendendo su di esso la sua nube.

10. Traccia un cerchio sulla superficie delle acque fino al confine tra la luce e le tenebre.

11. Le colonne del cielo si scuotono e fremono alla sua minaccia.

12. Con la sua forza sconvolge il mare, con la sua intelligenza sfracella Raab.

13. Al suo soffio i cieli si rasserenano; la sua mano trafigge il serpente tortuoso.

14. Queste non sono che le frange delle sue opere; quanto lieve è il sussurro che noi percepiamo! Chi potrà comprendere il tuono della sua potenza?".





“Pobres e desafortunadas as almas que se envolvem no turbilhão de preocupações deste mundo. Quanto mais amam o mundo, mais suas paixões crescem, mais queimam de desejos, mais se tornam incapazes de atingir seus objetivos. E vêm, então, as inquietações, as impaciências e terríveis sofrimentos profundos, pois seus corações não palpitam com a caridade e o amor. Rezemos por essas almas desafortunadas e miseráveis, para que Jesus, em Sua infinita misericórdia, possa perdoá-las e conduzi-las a Ele.” São Padre Pio de Pietrelcina